Produzione di Schede Elettroniche [Come Scegliere il fornitore]

Giorgio Morini

Giorgio Morini

Product Development

Giorgio Morini

Giorgio Morini

Product Development

Produzione di Schede Elettroniche - Come scegliere il giusto fornitore

Sviluppare un nuovo prodotto che ha bisogno di una scheda elettronica per funzionare, può essere un percorso arduo

Se infatti esistono migliaia di fornitori di schede elettroniche standard, quando si tratta di sviluppare una scheda elettronica personalizzata è tutt’altra faccenda. 

I parametri da valutare si moltiplicano e la complessità nel trovare il fornitore giusto aumenta. 

Abbiamo preparato la guida definitiva per aiutarti in questo difficile processo

Questi i 9 step da seguire nella scelta del fornitore di schede elettroniche.

Cominciamo con uno degli aspetti più importanti: le conoscenze e le competenze dell’azienda.

Oltre alle certificazioni e al “sourcing” delle materie prime, ciò che garantisce un’alta qualità è senza dubbio anche l’ufficio tecnico. 

Il team di ingegneri elettronici infatti, grazie alla loro esperienza e formazione, possono incrementare di molto le performance della singola scheda. 

Hanno infatti il delicato compito di  tradurre le tue richieste ed esigenze in uno schema elettrico. 

Se questo non dovesse sembrare abbastanza, partendo dallo schema elettrico devono poi progettare in 3D l’intera scheda e posizionare tramite un software dedicato, ogni singolo componente elettronico

Considerando che ogni scheda può contenere migliaia di piccoli componenti, si capisce come l’ufficio tecnico sia un aspetto fondamentale da tenere in considerazione. 

Per ridurre i costi, anche qui, molte aziende sub-appaltano la fase di progettazione della scheda elettronica ad esterni. 

Se si risparmiano 4 “cocuzze” nell’immediato, si presta il fianco all’avere un prodotto di cui non se ne conosce ogni singolo aspetto al 100%.

Questo diventa un problema al verificarsi del minimo imprevisto o quando si vuole implementare una nuova funzionalità. 

Controlla quindi che il tuo fornitore abbia tutto il processo produttivo sotto controllo.

2. Supporto Tecnico per Schede Elettroniche

Siamo tutti d’accordo che il supporto tecnico a seguito della fornitura delle schede è un servizio che ogni cliente si aspetta, e giustamente pretende. 

Ma che tipo di servizio devi richiedere e quindi aspettarti?

Ecco come non farti cogliere impreparato!

Ti consiglio di partire ponendo questa serie di domande al tuo fornitore. 

1. Se una scheda si rompe sul campo cosa succede? Chi va a ripararla? 

2. Quanto dura la garanzia? 

3. Fino a quando risponde il vostro intervento? 

4. È rintracciabile lo schema elettrico e lo sbroglio del circuito elettronico con la distinta base di tutti i componenti? (se non conosci cos’è lo sbroglio di un circuito elettronico abbiamo preparato una mini guida che te lo spiega);

5. Dove vado a reperire i singoli componenti a seguito di un guasto? 

6. Posso provare ad arrangiarmi nella riparazione? Mi seguite con un’assistenza da remoto per velocizzare i tempi? 

Queste sono tutte le domande che dovresti fare alla tua azienda fornitrice di schede elettroniche.

Per ogni scheda dovresti aspettarti di trovare una perfetta tracciabilità di tutti i componenti e soprattutto un tecnico disponibile ad effettuare la riparazione.

Per quanto riguarda la tracciabilità abbiamo un controllo completo sull’intera filiera e i nostri magazzini 4.0 che registrano dove ogni componente viene utilizzato. 
Su questo articolo de “Il Sole24Ore” trovi qualche informazione in più sull’utilità dei magazzini 4.0. (Anche se noi non abbiamo lastre di marmo da cercare, ma componenti di pochi millimetri)

Prenota la tua consulenza gratuita!

3. Tutte le Schede Elettroniche vanno Testate e Collaudate

Chi mi garantisce che tutte le schede che mi consegnate siano perfettamente funzionanti secondo le mie direttive? 

Un’azienda che produce schede elettroniche è affidabile se si occupa dell’ispezione e collaudo di ogni scheda elettronica che esce dalla propria produzione. 

È fondamentale che ogni scheda elettronica prima riceva un’ispezione ottica, e successivamente un collaudo funzionale

L’ispezione ottica garantisce l’individuazione immediata di piccole imperfezioni dovute al processo di produzione delle schede elettroniche, mentre il collaudo ne verifica il funzionamento. 

Scopri perché è fondamentale il collaudo funzionale per le schede elettroniche qui.

4. Esperienza nei diversi settori

Come per i diversi settori anche nella produzione di schede elettroniche vale il fatto che la tanta esperienza aumenta la qualità del prodotto finale. 

Il partner ideale, infatti, ha già esperienza nel tuo settore, dove ne ha viste di tutti i colori e sa anticipare le complicazioni. 

Valuta bene, quindi, i settori in cui il tuo fornitore è presente e richiedi delle referenze.

5. I tempi di sviluppo delle schede elettroniche

Le tempistiche per lo sviluppo di una nuova scheda elettronica e la produzione del primo prototipo, devono essere i più bassi possibili. 

Se infatti tutti i componenti sono reperiti da aziende vicine, i tempi di consegna diminuiranno. 

Ancora di più se l’azienda dispone di ampi magazzini che garantiscono un elevato stock dei singoli componenti, diminuendo ancora il tempo per la produzione del prototipo di scheda elettronica. 

Oltre alla reperibilità dei componenti è poi importante verificare che il fornitore abbia a disposizione un ampio ufficio tecnico che si occupi della progettazione della scheda elettronica così come quella del firmware

Avendo un ufficio tecnico interno, infatti, il fornitore è in grado di velocizzare ancora di più i tempi di consegna, non dovendo aspettare i tempi dell’azienda esterna. 

In base alla complessità del progetto i tempi di sviluppo possono variare di molto. 

Per un progetto semplice, però, dovresti aspettarti di ricevere un primo prototipo entro circa 8-12 settimane.

6. Impianti moderni per la produzione di schede elettroniche

Una linea di produzione di schede elettroniche è essenzialmente composta da una serie di macchine (chiamate pick&place), che prelevano i componenti e li posizionano sul circuito stampato. 

Ogni scheda elettronica contiene migliaia di questi piccoli componenti, che spesso non superano i 5 millimetri di dimensione.

Puoi immaginare quanto possa risultare complicato affrontare questo processo in meno di 4-5 minuti. 

Avere macchinari moderni per il posizionamento dei componenti elettronici diventa fondamentale quindi per garantire velocità, precisione, e quindi qualità.

Informati bene e visita in prima persona lo stabilimento produttivo del tuo fornitore di schede elettroniche. 

Richiedi delle informazioni sui macchinari pick&place installati e assicurati della loro qualità.

7. Progettazione anche di Firmware e Software

Se hai già avuto a che fare con lo sviluppo di una scheda elettronica, saprai che ogni scheda richiede un firmware, e spesso anche un software, per funzionare. 

Oltre a dover gestire la progettazione e produzione della scheda elettronica, dovrai anche occuparti del design di firmware e software

Se non sai cos’è un firmware, leggi questa pagina di Wikipedia. 

Vista l’alta integrazione di firmware/software con l’hardware della scheda elettronica, potrebbe essere importante trovare un partner che gestisca tutti e 3 gli aspetti. 

In questo caso verifica che l’azienda abbia a disposizione un team di sviluppatori esperti sia per il firmware che per il software. 

I linguaggi di programmazione sono infatti molto diversi tra loro. 

Richiedi poi un prototipo funzionante della scheda elettronica con già installato il firmware e testala con il tuo prodotto. 

Nel caso tu richieda lo sviluppo anche di firmware e software, preoccupati di verificare come viene gestito l’update del software e se sarà possibile integrare il firmware a seconda delle esigenze.

È risaputo che le certificazioni assicurano qualità. 

Più il fornitore ne ha e più la qualità del prodotto finale sarà alta. 

Questo perché il processo produttivo dell’azienda viene debitamente studiato e certificato da un ente esterno che ne diventa garante. 

Ma quali certificazioni è fondamentale che il fornitore abbia? 

Sicuramente la ISO-9001 e ISO-14001

La ISO-9001 è una certificazione internazionale relativa ai processi di gestione della qualità del processo produttivo

Per saperne di più sulla certificazione ISO-9001, clicca qui. 

La ISO-14001, invece, viene data alle aziende che rispettano i requisiti di un sistema di gestione ambientale. 

Questa certificazione non attesta particolari limiti relativi alle emissioni o all’impatto ambientale, ma certifica che l’azienda possiede un definito sistema dedicato alla gestione dell’impatto ambientale.  

Se vuoi più informazioni sulla ISO-14001, clicca qui.

Di queste certificazioni è importante verificare l’anno di pubblicazione, le versioni più aggiornate sono del 2015!

Volendo approfondire ancora il tema della qualità, dobbiamo per forza parlare delle materie prime

Spesso capita, infatti, che per mantenere i costi bassi le aziende che producono schede elettroniche, subappaltano la produzione ad aziende esterne (magari asiatiche). 

Se invece mantengono la produzione in “casa”, spesso comprano da paesi in via di sviluppo i singoli componenti delle schede, a prezzi notevolmente più bassi, ma con ripercussioni sulla qualità.

Se quindi, a fronte di un risparmio nell’immediato, ci troviamo con un prodotto costruito malamente e con materiali di scarsa qualità, sul lungo termine il gioco potrebbe non valere la candela. 

Oltre agli standard di produzione è importante che i singoli componenti della scheda elettronica siano di alta qualità. 

Questo garantisce alte prestazioni ma soprattutto una vita media sensibilmente più lunga. 

È buona regola infatti richiedere al fornitore la tracciabilità di tutti i componenti di una scheda elettroniche e valutare la provenienza dei fornitori. 

Seppur a costi più alti, da un fornitore di schede elettroniche italiano è lecito aspettarsi che il reparto di produzione di schede elettroniche sia in Italia e che i singoli componenti siano di alta qualità.

Conclusioni

Facendo attenzione a questi 9 aspetti sarai in grado di scegliere il fornitore di schede elettroniche più adatto alle tue esigenze

Ricordati che spesso a fronte di un guadagno nell’immediato, si nascondono costi più alti sul lungo termine. 

Prima di scegliere un fornitore piuttosto che un altro, visita l’azienda, la linea di produzione e il team dell’ufficio tecnico

Assicurati che tutti gli standard di qualità siano in linea e che la provenienza dei componenti sia certificata. 

Infine, ricordati di verificare i tipi di collaudi che vengono fatti, la garanzia sulle schede e i settori in cui l’azienda opera. 

Pensi che abbiamo incluso tutti i punti? Ci siamo dimenticati qualcosa? 

Scrivici per farcelo sapere!

P.s. Stiamo preparando una guida con un paragone tra i migliori produttori di schede elettroniche in Italia….iscriviti qui sotto per prenotarla!

Vuoi conoscere i migliori produttori italiani?

Prenotati per ricevere la guida completa!

Devi Progettare una Scheda elettronica Personalizzata

Iscriviti qui sotto per scaricare la guida completa

Hai bisogno di ulteriori info?

Scrivici e prenota la tua consulenza gratuita!

Top